Good Morning Aman – i film di Pesce a Palla

Goog morning Aman è un film di Claudio Noce dove i sogni del giovane somalo Aman (Said Sabrie) si intrecciano con la personalità ambigua di un ex pugile, Teodoro (Valerio Mastandrea), creando un legame dai contorni indefiniti.

Good Morging Aman – La recensione di Pesce a Palla

Aman lavora presso un rivenditore di auto usate; a causa della sua insonnia, vaga per le strade di Roma. Una sera, introdottosi sul terrazzo di un condominio di nascosto, conosce Teodoro. Da li iniziano una seri di incontri a casa di quest’uomo che puntualmente gli lascia dei soldi nel giubbino. Aman mantiene i contatti con un suo amico, Said, partito per Londra. Aman era convinto fosse uno sbaglio lasciare Roma per essere poi sfruttati altrove; nonostante ciò non racconta all’amico di essere stato licenziato, ma costruisce, attraverso le sue bugie, quella che vorrebbe fosse la sua vita.

aman

Ciò che accomuna Aman e Teodoro è l’insonnia, ma con due retroscena diversi: Teodoro ha il disperato bisogno di avere qualcuno vicino; Aman si sente finalmente trattato come merita, come se le differenze di colore si annullassero e non fosse più il diciannovenne nato in Somalia con il dovere di dimostrare onestà, ma un semplice ragazzo che vive e lavora a Roma.

È un film che non si rivela, la trama rimane ambigua e il messaggio altrettanto criptato.

Perché gli da dei soldi? Cosa nasconde Teodoro? Mille le domande che ti assalgono durante il film e avrai sempre l’impressione di non cogliere mai fino in fondo il senso di ciò che accade.

I dialoghi sono ridotti all’osso; l’azione si svolge attraverso gli sguardi, i movimenti, i luoghi. Si mantiene un’atmosfera piatta per gran parte del film, dove una serie di personaggi si intrecciano senza una risoluzione precisa. Il tutto avviene sotto lo sguardo scrutatore di Aman, quasi incapace di reagire e che lascia agli eventi lo spazio per realizzarsi. Sono i piccoli dettagli a caricarsi di significati, l’attenzione è rivolta ai singoli elementi dal forte potere evocativo.

aman

Solo alla fine ci sarà permesso di dare qualche risposta alle nostre domande, ma nemmeno il finale è del tutto rivelatore.

Storie di sangue, sogni nel cassetto, una vita da combattente risoltasi in una totale rassegnazione si compongono in uno scenario naturale dalla magnificenza consolatoria.

Aman si convincerà a lasciare Roma, a partire poiché restare era diventato impossibile, impraticabile.

In conclusione “Good morning Aman” si presenta come un film complesso e ambiguo, che tutto sommato vale la pena vedere, se non altro per mettere alla prova le nostre competenze intuitive!

DATA USCITA: GENERE: Drammatico
ANNO: 2009
REGIA: Claudio Noce
ATTORI: Valerio Mastandrea, Anita Caprioli,Said Sabrie, Amin Nur, Giordano De Plano,Adamo Dionisi, Sandra Toffolati
SCENEGGIATURA: Elisa Amoruso, Heidrun Schleef, Diego Ribon
FOTOGRAFIA: Michele D’Attanasio
MONTAGGIO: Andrea Maguolo
PRODUZIONE: DNA Cinematografica
DISTRIBUZIONE: Istituto Luce
PAESE: Italia
DURATA: 105 Min