The Revenant (Redivivo) – Corsa agli Oscar 2016

Dopo il pienone di premi durante gli Oscar 2015 con Birdman, Alejandro Gonzalez Inàrritu torna alla conquista della statuetta con il film The Revenant – Redivivo. Che sia la volta buona anche per DiCaprio? Ce ne parla il nostro nuovo acquisto: Pesce a Palla!

The Revenant – La recensione di Mucche al Pascolo

[st_container]


The revenantLe nomination

oscaroscaroscaroscaroscaroscar

 

oscar  oscaroscaroscaroscaroscar

 

  • Miglior film
  • Miglior regia: Alejandro González Iñárritu
  • Miglior attore protagonista: Leonardo DiCaprio
  • Miglior attore non protagonista: Tom Hardy
  • Miglior montaggio: Stephen Mirrione
  • Miglior scenografia: Jack Fisk
  • Miglior fotografia: Emmanuel Lubezki
  • Migliori costumi: Jacqueline West
  • Miglior trucco: Sian Grigg, Duncan Jarman e Robert Pandini
  • Migliori effetti speciali: Richard McBride, Matt Shumway, Jason Smith e Cameron Waldbauer
  • Miglior sonoro: Jon Taylor, Frank A. Montaño, Randy Thom e Chris Duesterdiek
  • Miglior montaggio sonoro: Martin Hernandez e Lon Bender

[/st_container]

Non ho più paura di morire… sono già morto una volta

Hugh Glass (L.DiCaprio)

The Revenant, con la regia di Alejandro Gonzalez Inàrritu, ha già ottenuto la tripletta dei premi BAFTA, come miglior film, miglior regia e migliore attore protagonista ed è candidato a ben 12 premi Oscar.

La storia è tratta da eventi realmente accaduti, narrati nel romanzo “The Revenant” del 2003, ispirato a sua volta ad avvenimenti del 1823.
Gli uomini di una spedizione per trovare pelli e pellicce nel nord Dakota sono costretti ad abbandonare le merci a causa di un attacco indiano, che li ha decimati. Per tornare al forte, i sopravvissuti si affidano all’esploratore Hugh Glass (Leonardo DiCaprio). La prospettiva di aver perso il guadagno della spedizione infiamma l’animo del brutale John Fitzgerald (Tom Hardy). Dopo il corpo a corpo con un orso, Glass ne esce ferito quasi mortalmente, tanto che Fitzgerald, credendolo spacciato, lo abbandona. Ma egli non è solo colui che è pronto ad abbandonare gli amici pur di salvarsi la pelle, è anche quello pronto a sporcarsi le mani col sangue della sua gente. Sarà il desiderio di vendicare la morte del figlio e l’amore per sua moglie a spingere Glass a lottare con tutte le sue forze, a sopravvivere nell’inferno bianco che lo circonda.

The revenant - Di Caprio
Leonardo DiCaprio che interpreta Hugh Glass

“The Revenant” è la narrazione di una continua lotta con la Natura, resa quasi protagonista della storia. Un viaggio per la sopravvivenza in stile Bear Grylls, con scene che mettono bene in evidenza l’istinto del protagonista Hugh Glass, rappresentante del genere umano, a preservare la propria vita. Viene privilegiato il gioco di immagini e memoria, dove lo sconfinato paesaggio del nord si intreccia con il ricordo della donna amata e la brutalità che lo ha separato da lei. L’unica cosa che lo motiva a proseguire è il bisogno di ottenere giustizia. È un uomo che non ha più paura di morire perché è già morto, gli è stato tolto tutto ciò che aveva, ha vissuto per giorni ad un passo dalla morte.

Non sarà facile trattenere le lacrime davanti ad un padre che china la testa sul corpo senza vita del figlio; nemmeno ipotizzare un patto col diavolo dopo che, con il corpo ricoperto di ferite, il nostro protagonista si fa un bel volo giù da un burrone, restando vivo.

The Revenant - Tom Hardy
Tom Hardy che interpreta John Fitzgerald

Nonostante non faccia film per ottenere dei premi, c’è da dire che il caro Leonardo “MaiUnOscar” DiCaprio se lo merita proprio sta benedetta statuetta. Dall’uscita del Titanic, il suo percorso è stato un crescendo di miglioramenti e sperimentazioni che ci hanno regalato interpretazioni uniche e quella in “The Revenant” non ne è da meno.

In conclusione, lo sviluppo della vicenda sembra passare in secondo piano di fronte alla solennità delle immagini presentate, alla grandiosità della natura. Interpretazione magistrale per DiCaprio, che trascina gli spettatori così come il suo corpo in un viaggio ai confini del mondo.

DATA USCITA: 16 gennaio 2016
GENERE:Western, Avventura
ANNO: 2015
REGIA: Alejandro Gonzalez Inàrritu
ATTORI: LeonardO DiCaprio, Tom Hardy, Will Poulter, Domhnall Gleeson, Paul Anderson, Lukas Haas, Brendan Fletcher, Kristoffer Joner, Forrest Goodluck, Joshua Burge, Christopher Rosamond, McCaleb Burnett
SCENEGGIATURA: Alejandro Gonzalez Inàrritu, Mark L. Smith
FOTOGRAFIA: Emmanuel Lubezki
MONTAGGIO: Stephen Mirrione
MUSICHE: Ryuichi Sakamoto, Bryce Dessner, Cartsen Nicolai
PRODUZIONE: New Regency Pictures, Anonymous Content, Appian Way, RatPac Entertainment
DISTRIBUZIONE: 20th Century Fox
PAESE: USA

[st_box title=”Trailer” type=”warning”]

Sito ufficiale: Foxmovies

[/st_box]

PANORAMICA RECENSIONE
Trama
Interpretazione
Regia
Montaggio
Colonne Sonore
Scenografia
Articolo precedenteIl ponte delle spie – Corsa agli Oscar 2016
Articolo successivoRocket Knight Adventures – L’esordio di Sparkster
Sentimentalista al limite del sopportabile. Moralista da far infiammare l'animo di un asceta. Laureata in "scienze della contraddizione" all'Università della Razionalità Ambigua. Sporadici attacchi di panico da gatto nero,