Sanremo 2016 – I voti della prima serata – 2

I voti alle canzoni della prima serata di Sanremo

Dopo aver giudicato i conduttori nella prima parte del post, adesso entriamo nel clou della serata e vi sveliamo cosa pensiamo delle canzoni in gara al festival di Sanremo 2016.

Sanremo2016Il primo ad esibirsi sul palco è stato Lorenzo Fragola con la canzone Infinite volte. Il ragazzino sembrava in preda al panico: voce sottile, parole poco scandite, faccino impaurito. Insomma, un’esibizione poco convincente. Gli è cresciuta la barba, ma gli attributi ancora no. Per quanto riguarda la canzone, è la solita fragolata romantica che sentiremo in radio fino alla nausea. Garantito. VOTO 6

1455049722941717Prima donna a cantare è Noemi con il brano La borsa di una donna. Il testo racconta la metafora universale di una borsa e la vita di una donna; è originale, profondo e romantico. Peccato che la musica non renda giustizia al testo, rendendo il pezzo assolutamente pesante e piatto al primo ascolto. Nella nostra classifica ieri sera si è guadagnata gli ultimi posti e infatti è andata così anche nella classifica ufficiale della gara. Speriamo nel ripescaggio? Si vedrà. Intanto, una nota positiva la merita l’abito: finalmente vediamo Noemi vestita in modo consono al palcoscenico. VOTO 6

Sanremo2016Con nostro immenso rammarico, è arrivato il turno di una delle band più temute dalle nostre orecchie: i Dear Jack. Si presentano sul palco con il nuovo cantante Leiner, ex concorrente di X-Factor, con la canzone Mezzo Respiro. Se da un lato speravamo che Leiner riuscisse ad alzare un pochino gli standard canori della band, adesso abbiamo la conferma di quanto i Dear Jack non abbiano speranza di piacerci, neanche se avessero un vero cantante come frontman. Esibizione ricca di stonature e imprecisioni nella voce, DI pose clichè e accordi banali da parte dei musicisti. Pessimi. VOTO 3

Sanremo2016Arriva sul palco la coppia canora della gara: Giovanni Caccamo e Deborah Iurato con il brano Via da Qui. Sarà un caso l’aver messo la loro esibizione subito dopo lo scempio dei Dear Jack? La canzone scritta e musicata da Sangiorgi prende vita sul palco, proprio come se fosse una sua tipica esibizione, grazie a due voci straordinarie sia per talento canoro che per intensità emotiva. Esibizione impeccabile. VOTO 9

Sanremo2016È il turno degli Stadio con la canzone Un giorno mi dirai. Il loro stile è inconfondibile: un tocco di puro rock italiano che non passerà mai di moda sul palco di Sanremo. Il brano narra dell’amore tra padre e figlio, una specie di lettera il cui messaggio sembra essere quello di un qualsiasi genitore: prima o poi mi darai ragione. Che altro dire? Gli Stadio non evolvono mai, non stupiscono mai, ma restano saggiamente rassicuranti. VOTO 7

Sanremo2016Un’altra bella esibizione è quella di Arisa. Il brano Guardando il cielo è un inno alla semplicità delle gioie della vita, anche se spesso è difficile affrontare il mondo e credere che il domani possa essere migliore. La naturalezza con cui Arisa arriva a voce piena su registri molto alti è sempre strabiliante. Si presenta sul palco con un maglione casalingo che lascia trasparire di tutto: praticamente è come vedere tua zia che un attimo prima stava friggendo le polpette, salire sul palco di Sanremo e spaccare tutto. Brava! VOTO 9

Sanremo2016Arriva il terminator sanremese, l’uomo che ci prova sempre, l’onnipresente Enrico Ruggieri. Se non si presentasse a Sanremo ogni tanto, qualcuno potrebbe dubitare della sua esistenza. La canzone, ironia della sorte, s’intitola La prima volta non si scorda mai. Ecco, Enrico, hai centrato il punto: se mai dovesse accadere per una volta di comprendere una tua canzone al primo ascolto, prometto di non dimenticarmene. Intanto, rinvio il giudizio ad un secondo ascolto. VOTO 5

Sanremo2016

Attesissimo il ritorno dei Bluvertigo sul palco dell’Ariston. Forse sarebbe stato meglio non aspettarsi troppo, visto che l’esibizione è stata totalmente intaccata dalla malaticcia performance di Morgan. Peccato davvero, perchè probabilmente il testo di Semplicemente avrebbe meritato tutta l’attenzione che invece è affluita sulla voce rauca del cantante. Per quanto riguarda la melodia, a me è sembrata lo scimmiottamento di Elio e Le Storie Tese. In definitiva, delusione infinita. Non a caso abbiamo rilegato gli ultimi posti della nostra classifica ai Bluvertigo e la classifica ufficiale ci ha dato ragione, di nuovo. VOTO 4

Sanremo2016Adesso, arriva il bello. Il premio per la performance più destabilizzante della serata va a Rocco Hunt. La sua canzone, Wake up, sicuramente ha risvegliato gli animi appisolati dei telespettatori. Il punto è: chi ha voglia di ascoltare una canzone sulla rivoluzione giovanile che non ci sarà mai, cantata in italiano-inglese-napoletano? Eppure lo stile del rapper napoletano sembra la combo tra la musicalità neomelodica e i testi impegnati dei 99Posse. Quindi, dobbiamo essere onesti e dire che ha fatto la sua porca figura. VOTO 7

Sanremo2016Ultima cantante in gara della serata, Irene Fornaciari con il brano Blu. La canzone si presenta di stampo cantautorale classico, con tutte quelle rime baciate, e sembra impossibile da giudicare a primo impatto. Ha tutta l’aria di una canzone seria, da leggere e assimilare per bene. Detto questo, Irene, quando ti decidi a uscire fuori la grinta rock che sappiamo appartenerti? Ogni esibizione a Sanremo è più piatta, spenta e inutile alla tua carriera della precedente. Un talento inespresso. VOTO 5

Attendiamo stasera per ascoltare le restanti canzoni in gara e rimandiamo ad un secondo momento i nostri commenti agli ospiti di Sanremo, se mai ci verrà voglia di parlarne. Probabilmente no.